Newsletter
Ricevi tutte le novità sull'Oktoberfest!

Sapore e gusto della birra austriaca

Birra austriaca

 

La birra austriaca è solitamente ottenuta da bassa fermentazione e frequentemente prodotta con frumento, inoltre una caratteristica importante è l’utilizzo di ottima acqua di sorgente.

Se vi dovesse capitare quindi di passare in Austria, alcune delle birre che potrete assaggiare sono: Eggenberg Urbock 23, Fohrenburger n. 1, Gold Fassl, Hirter Biobier, Hirter Privat Pils, Kaiser Export, Mozart, Samichlaus, Weissbier Edelweiss, Wiener Bier Ottakringer, Zipfer.

Ma come viene prodotta la birra austriaca?

Oggigiorno si trovano in commercio veri e propri kit per la produzione casalinga della birra, ma in realtà non è così semplice. Innanzitutto bisogna ricavare il malto dall’orzo o da altri cereali maturi al punto giusto.

Una volta scelto il cereale e averlo ripulito, viene messo nelle vasche di macerazione dove insieme ad acqua e ossigeno si da il via al processo di germinazione. Non appena il cereale inizia a germinare, viene spostato in appositi cassoni e viene lasciato riposare per circa una settimana.

Fabbrica birra austriacaNel momento in cui i germogli raggiungono una lunghezza pari ad almeno due terzi del chicco, vengono spostati in un essiccatoio. È a questo punto che vengono scelti i criteri di produzione a secondo del tipo di birra desiderata.

Il cereale dopo esser stato essiccato e quindi “maltato”, viene macinato finemente e ridotto in polvere, per poi venir amalgamato ad acqua tiepida. Questa fase viene chiamata “ammostatura”, cioè quando il malto diventa mosto. In questa fase l’amido presente nel malto si trasforma in zucchero.

Il mosto viene quindi messo a bollire e a seconda del tipo di birra che si intende produrre, varia il tipo di cottura e di temperatura. Durante questa fase viene aggiunto il luppolo, è da qui che deriva il caratteristico gusto amarognolo. Una volta terminata la cottura il mosto viene fatto raffreddare.

Si passa quindi alla fermentazione, che si divide in principale e  secondaria, detta anche maturazione. Nel mosto, alla temperatura necessaria per il tipo di birra che dev’essere prodotto, viene inserito il lievito che serve a trasformare zuccheri e aminoacidi presenti, in alcool.

La fermentazione secondaria o maturazione consiste nel porre la birra in grossi tini di acciaio per circa quattro o cinque settimane per una bevanda classica, mentre per un prodotto più ricercato viene lasciata riposare per diversi mesi. Questa fase fa sì che si depositino sul fondo i resti di lievito e proteine, così che il sapore della birra migliori e gli ingredienti si armonizzino.

Esiste anche una terza fermentazione, quella delle famose birre rifermentate in bottiglia.

Ora rimane solo da imbottigliare e il prodotto è pronto per la degustazione!

I segreti per degustare la birra austriaca

La birra è sempre stata vista come una bevanda estiva, quasi al pari del bere una bibita ghiacciata, ma nel tempo ci si è resi conto che, essendo una bevanda dalle mille sfaccettature, si va oltre alla semplice consumazione, ma ci si può dedicare ad una vera e propria degustazione per scoprirne le caratteristiche.

Per degustare non solo la birra austriaca, ma qualsiasi tipologia di questa bevanda, si deve innanzitutto essere appassionati.

Casse di birra austriacaÈ importante essere curiosi nell’assaggiare, non limitarsi solo ad una particolare tipo ma provarne diversi, con calma e nel giusto momento.

Per imparare a degustare una birra un altro consiglio è quello di assaggiare alla cieca; il produttore, il nome, l’etichetta e il tipo di bottiglia a volte possono influenzare la nostra idea su quel particolare tipo di birra, mentre assaggiandola alla cieca i nostri preconcetti verrebbero azzerati e si rimarrebbe neutrali su quanto stiamo provando.

Anche la scelta del bicchiere è molto importante, fatevi sempre consigliare da un esperto.

Una curiosità sulla birra austriaca

Nel Paese di Mozart, oltre che degustare un’ottima bionda, potete farci un bel bagno dentro! Al castello di Schloss Starkenberg, storica birreria austriaca, infatti, oltre a scoprire una birra realizzata senza additivi chimici, potrete fare un tuffo nella più grande piscina di birra austriaca. Sembra sia la prima del genere nel mondo.

La vasca contiene 12 metri cubi di acqua e 300 litri di bionda Biergelager; oltre a godere delle proprietà benefiche della birra, potrete passare un momento di relax in dolce compagnia o con gli amici.

Krizia Ribotta

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Diventa Fan dell'Oktoberfest su Facebook

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Parti per l'Oktoberfest!

Tantissime Soluzioni di Viaggio per l'Oktoberfest dalla tua città da soli 60€!

Già 70000 persone hanno viaggiato con NOI! Cosa aspetti? Fallo anche TU!

Trova il Viaggio
Non aprire più

You have Successfully Subscribed!

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.