Newsletter
Ricevi tutte le novità sull'Oktoberfest!

La Paolaner, la birra speciale per l'anniversario di San Francesco da Paola

Il marchio Paulaner

 

Per festeggiare i 500 anni dalla canonizzazione di Francesco di Paola, da cui il birrificio prende il nome, la Paulaner ha spedito a Paola un regalo speciale, la Paolaner.

Paolaner: una birra speciale per un evento speciale

Da martedì scorso fino ad oggi infatti, sono migliaia i fedeli arrivati in città per omaggiare San Francesco e partecipare ai riti religiosi a lui dedicati, tra cui l’accensione della lampada votiva, la navigazione delle reliquie, e la processione della statua del santo. Quale migliore occasione, per il marchio storico presente all’Oktoberfest, per inviare una delegazione con un omaggio? Una birra unica, prodotta apposta per l’evento, e rinominata all’italiana: Paolaner.

Brindisi con la Paolaner alla PaulanerMa no solo: nel mese scorso, l’azienda ha invitato padre Antonio Casciaro, monaco dell’Ordine dei Minimi, e il delegato del Comune di Paola, Emanuele Carnevale, a partecipare al processo di birrificazione a Monaco, guidati dal mastro birraio della Paulaner, Uli Schindler.

“Non avrei mai pensato che richiedesse così tanta pazienza – ha commentato padre Casciaro sulla lavorazionema del resto ciò è perfettamente consono alla vita monastica: la pazienza è una virtù divina”.

Paolaner: dall’Italia a Monaco, la produzione della birra dei monaci

Un modo, quello di invitare i frati e inviare al comune la Paolaner, per rendere grazie a San Francesco e ai suoi confratelli, visto che il birrificio, dopo tutto, affonda le sue radici in Italia. In seguito alla fondazione del santuario, infatti, i suoi i monaci si trasferirono a Monaco, dove, a partire dal 1629, diedero inizio alla produzione della birra. Ed è nel monastero Neudeck ob der Au che iniziarono a produrre l’antenata della Paolaner, una birra corposa e ad alto grado alcolico. Il loro “pane liquido”, che doveva servire aiutarli ad affrontare i digiuni.

Momenti che non erano solo legati alla Quaresima, perché San Francesco aveva aggiunto un voto particolare: il divieto permanente di mangiare carne. Con la birra, ecco che si riusciva a compensare meglio la mancanza di proteine.

Paulaner- Paolaner per l'anniversarioQuesta bevanda fu talmente tanto apprezzata anche fuori dalle mura del convento che, 5 anni più tardi, i birrai della città, gli unici ad avere il diritto esclusivo di birrificazione, chiesero al borgomastro di bloccare quella “concorrenza sleale” da parte dei monaci di Paola. Ma se oggi si può bere anche la Paolaner, un motivo ci sarà:  nel 1660, infatti, venne concessa ufficialmente anche a questi “paulaner” la produzione della birra.

Da allora ne è passato di tempo, e in azienda tutto è automatizzato nella catena di produzione, compresi i muletti. Con 30 operai per turno, esclusi birrai e mastri birrai, si riesce a produrre circa un milione di litri di birra al giorno, di cui il 9% esportati in Italia.

Quel monastero bavarese è stato distrutto, e a Paola i frati continuano a non mangiare carne, e ha consolarsi con la bevanda al gusto luppolo, che bevono per tradizione il giovedì, mangiando la pizza.

Krizia Ribotta

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Diventa Fan dell'Oktoberfest su Facebook

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Parti per l'Oktoberfest!

Tantissime Soluzioni di Viaggio per l'Oktoberfest dalla tua città da soli 60€!

Già 70000 persone hanno viaggiato con NOI! Cosa aspetti? Fallo anche TU!

Trova il Viaggio
Non aprire più

You have Successfully Subscribed!

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.